Qualità

  • Realizzazione di Sistemi di Gestione Ambientale secondo lo standard ISO 14001:04.
  • Accompagnamento alla registrazione secondo il regolamento EMAS (reg. CEE 761/01).
  • Realizzazione di Sistemi di Gestione Integrati Qualità-Sicurezza-Ambiente.
  • Realizzazione di Sistemi di Gestione per la Qualità secondo lo standard ISO 9001:2000.
  • Accompagnamento alla Certificazione dei Sistemi di responsabilità Sociale secondo la norma SA 8000:01.
  • Assistenza alle Certificazioni ed al mantenimento dei Sistemi.
  • Conduzione di AUDIT di Sistema.

~

La Normativa Volontaria UNI EN ISO 14001:04

La sigla ISO 14000 identifica una serie di standard internazionali relativi alla gestione ambientale delle organizzazioni.

La sigla "ISO 14001" identifica uno di questi standard, che fissa i requisiti di un "sistema di gestione ambientale" di una qualsiasi organizzazione. Lo standard ISO 14001 (tradotto in italiano nella UNI EN ISO 14001:2004) è uno standard certificabile, ovvero è possibile ottenere, da un organismo di certificazione accreditato che operi entro determinate regole, attestazioni di conformità ai requisiti in essa contenuti.
Certificarsi secondo la ISO 14001 non è obbligatorio, ma è frutto della scelta volontaria dell'azienda/organizzazione che decide di stabilire/attuare/mantenere attivo/migliorare un proprio sistema di gestione ambientale. È inoltre importante notare come la certificazione ISO 14001 non attesti una particolare prestazione ambientale, né tanto meno dimostri un particolarmente basso impatto, ma piuttosto stia a dimostrare che l'organizzazione certificata ha un sistema di gestione adeguato a tenere sotto controllo gli impatti ambientali delle proprie attività, e ne ricerchi sistematicamente il miglioramento in modo coerente, efficace e soprattutto sostenibile.
Utile sottolineare ancora che la ISO 14001 non è una certificazione di prodotto.

Sono state rilasciate in Italia oltre 9000 certificazioni ISO 14001 (nell'ambito dell'accreditamento nazionale, dati al 31 ottobre 2006), di cui 259 relative non ad aziende (organizzazioni private), bensì a pubbliche amministrazioni (comuni, province, aree protette, autorità portuali ed altre amministrazioni).

Cos'è un Sistema di Gestione Ambientale

L'obiettivo di un sistema di gestione ambientale è definire volontariamente dei traguardi per migliorare continuamente e prevenire gli effetti ambientali della propria azienda. Individuare gli effetti ambientali e valutare i principali punti di forza e di debolezza della propria impresa, dal punto di vista legislativo, tecnico e organizzativo, sono il primo e fondamentale passo per costruire un sistema efficace ed efficiente.

Questa prima fase di analisi degli aspetti ambientali, degli impatti, delle performances ambientali e delle attività di controllo connesse, comunemente chiamata analisi ambientale iniziale, consiste quindi in un auto-controllo, a cui farà seguito da parte della Direzione aziendale la decisione sulla politica ambientale che dovrà fungere da guida alla pianificazione dei provvedimenti di intervento.

Bisogna sempre tenere presente che i sistemi di gestione ambientale sono degli strumenti volontari, ossia non vi sono ad oggi disposizioni normative che li impongano, sebbene esistano norme che stabiliscano quali requisiti questi sistemi debbano avere.
Il rispetto di tali norme diventa un'esigenza imprescindibile nel momento in cui l'impresa decida di ottenere un riconoscimento esterno, cioè una certificazione.

Verso l'Integrazione Qualità e Ambiente

Gli standards ISO della serie 14000 sono le specifiche per la Gestione Ambientale, riconosciute a livello internazionale, sviluppate dai comitati internazionali dell'ISO (International Organization for Standardization).
Essi costituiscono il benchmark di qualità ambientale per gestire il business nel mercato globale a supporto delle imprese.

Un SGA isolato e non integrato dal resto dell'organizzazione non svolgerebbe un ruolo con efficacia. Il SGA è parte del sistema complessivo di gestione dell'impresa.

La ISO 14001 "Specifiche per il Sistema di Gestione Ambientale", adottata il 1.9.1996, è il cuore degli Standards della serie 14000. Essa elenca le specifiche sulla base delle quali una azienda sarà valutata per la certificazione ambientale.

La normativa ISO 14000 è stata predisposta con l'intento di adottare in campo ambientale le metodologie di controllo di qualità (cioè integrare Qualità e Ambiente), e con l'intento di predisporre uno standard riconosciuto unanimemente valido a livello internazionale per evitare barriere commerciali.

Integrando la ISO 14001:04 con la ISO 9001:00 (Vision 2000), cioè facendo collimare i due sistemi di gestione, si riescono ad ottenere degli standard di qualità totale elevatissimi e che rendono uniche e leader le organizzazioni che intendono adottare tali sistemi.

I Benefici per l'Impresa

E' spontaneo pensare subito che la tutela dell'ambiente non possa che non comportare dei costi per l'impresa, ma in realtà è un modo errato di affrontare la questione quella di considerare la realizzazione di un sistema di gestione ambientale come solo un fattore di costo.

Senza volersi dilungare sui vantaggi di tipo "ambientale", che comunque non vogliono da noi essere trascurati, numerosi possono essere i benefici che possono derivare alle aziende nell'adottare un SGA e volerne fare un elenco sarebbe riduttivo se non inappropriato, dal momento che questi sono in stretta dipendenza con la tipologia dell'impresa.

Detto questo, a semplice titolo esemplificativo, possiamo cercare di riassumere quelli che potrebbero essere i possibili benefici per l'impresa conseguenti all'adozione dello standard ISO 14000:

  • rafforzato e documentato controllo del rispetto della legge;
  • ritorno economico dall'aumento di efficienza nell'utilizzo delle risorse;
  • maggiori capacità contrattuali (protezione o aumento di quote di mercato);
  • facilitazione nelle transazioni di proprietà (dove è rilevante il fattore ambientale);
  • migliori rapporti con gli investitori, assicurazioni, ecc.;
  • migliori rapporti interni (lavoratori, ecc.) ed esterni (comunità locali, ecc.) all'impresa.

La Normativa Volontaria UNI EN ISO 9001:00

Ad oggi sono stati rilasciati in tutto il mondo più di 400.000 certificati ISO 9000. Sin dal suo debutto nel 1987, "ISO 9000" rappresenta il sistema di qualità più noto e riconosciuto in tutto il mondo. Persino chi non è direttamente coinvolto nella qualità, chi comprende solo vagamente il significato di "sistema di gestione della qualità", ha sentito parlare di ISO 9000. Il nome della norma generica relativa alla qualità non solo è diventato un termine familiare, ma è diventato parte integrante del modo in cui le aziende fanno affari nel mondo.

La Vostra azienda potrà trarre, se il sistema sarà stato adeguatamente impostato, numerosi benefici dalla certificazione del Vostro sistema qualità secondo la norma ISO 9001/00. Uno dei principali vantaggi della certificazione è il riconoscimento internazionale della qualità dei Vostri prodotti/servizi.
Poiché la certificazione ha una notevole importanza tra le società di tutto il mondo, mantenere questo status aprirà le porte alla Vostra azienda e Vi consentirà di entrare nel mercato globale.

La certificazione ISO 9001 di una terza parte è l'unico modo obiettivo per i Vostri clienti o potenziali clienti, di dimostrare che il Vostro sistema qualità soddisfa tutti i requisiti della norma ISO 9001.

La certificazione è oggettiva perché un ente indipendente, chiamato ente di certificazione, effettua verifiche annuali o semestrali per verificare che il Vostro sistema soddisfi tutti i requisiti di ISO 9000.
Questa valutazione indipendente è importante per i clienti perché rappresenta una garanzia che la Vostra azienda sta lavorando ai massimi livelli. Ma non è sufficiente implementare un sistema qualità ISO 9000.
Una volta che il sistema è stato avviato e funziona, deve essere controllato regolarmente per evidenziare potenziali non conformità.

Il miglioramento continuo è lo scopo dell' ISO 9001, e continuare a mantenere lo status di azienda certificata ISO 9001 Vi consentirà di assicurare ai vostri clienti che state fornendo beni e servizi di qualità - non solo quando essi stipulano un contratto con Voi ma per tutta la durata del rapporto.

Un altro beneficio della certificazione ISO 9001 consiste nel fatto che consentirà alla Vostra azienda di distinguervi dalla concorrenza. ISO 9001 è un modello ideale di sistema della qualità per competere negli affari perché esso mira a controllare i costi, ad aumentare la produttività e a ridurre gli sprechi.
Quando viene implementato correttamente, gli elementi della norma ISO 9001 mirano ad assicurare che siano soddisfatti i requisiti di qualità e che siano soddisfatte le specifiche dei clienti.

Questo può rappresentare uno strumento di potere strategico. Quando la Vostra azienda ottiene la certificazione ISO 9001, Vi verrà fornito un certificato di approvazione che contiene un marchio di certificazione. Questo marchio può essere utilizzato nella pubblicità o nelle promozioni per mostrare ai potenziali clienti che la Vostra azienda è conforme ai requisiti della qualità. La Vostra azienda verrà inoltre inserita in un elenco internazionale che potrà rappresentare un effettivo strumento di vendita, come talvolta può rappresentare una guida per gli acquisti.

Scegliere come riferimento la Norma ISO 9001 porta a:

  • Un riconoscimento Internazionale;
  • Un Sistema Solido della Qualità;
  • Una prevenzione dei Difetti;
  • Un'aumentata Produttività;
  • Un risparmio dei Costi;
  • Uno scarto ridotto;
  • Un accesso al Mercato Mondiale;
  • Una migliore organizzazione interna e un buon metodo di lavoro;
  • Un Sistema di Gestione Qualità Aziendale Certificato;
  • Definisce le autorità e le responsabilità del personale;
  • Comunica in modo chiaro gli obiettivi del sistema, la politica aziendale, le procedure e le istruzioni di lavoro;
  • Promuove il miglioramento continuo, così che il sistema venga monitorato regolarmente e i cambiamenti possano avvenire facilmente;
  • Assicura performance consistenti.

La necessità di stimolare l'adesione delle Pmi

In Italia, le imprese che hanno deciso di partecipare a tali procedure volontarie sono per lo più grandi aziende. In effetti, soprattutto per quanto concerne la conoscenza ed il rispetto dei requisiti posti da Emas, le Pmi possono venire scoraggiate da un notevole complessità pur in un contesto di sostanziale libertà nella scelta delle modalità applicative.

Sembra dunque necessario, soprattutto per quanto concerne Emas, che i soggetti pubblici nazionali (Ministero dell'Industria, Ministero dell'Ambiente, Anpa, Comitato per l'Ecolabel e l'Ecoadit), regionali (Arpa) e provinciali (Camere di Commercio) sviluppino campagne di informazione e sensibilizzazione finalizzate a diffonderne la conoscenza e procedure incentivanti la sua adozione.

Per quanto concerne le campagne si tratta essenzialmente di informare i soggetti economici e le organizzazioni di rappresentanza sugli aspetti peculiari del sistema, segnalando i benefici che una partecipazione può comportare, tra cui:

  • un miglioramento dell'efficienza d'impresa attraverso l'adozione di tecnologie più pulite ed il conseguente abbattimento di alcune categorie di costo, segnatamente quelli cosiddetti "riparativi" a valle del processo produttivo;
  • un miglioramento dei rapporti con le autorità competenti in materia di controllo ambientale;
  • una garanzia che, nel caso di vendita, il valore dell'azienda non risulti deprezzato da problemi ambientali rilevati direttamente dall'acquirente durante la verifica delle condizioni generali dell'azienda;
  • una riduzione del rischio di incidenti ambientali e quindi la possibilità di spuntare prezzi più bassi dalla compagnie assicuratrici e di aumentare le possibilità di accesso al credito;
  • una maggiore competitività sui mercati, sia per motivi di immagine che per motivi di necessità là dove la certificazione Iso 14001 potrebbe in futuro (ma già lo è) essere richiesta come requisito per la partecipazione a gare o per forniture ad aziende di grandi dimensioni che la richiedono.

Sul fronte degli incentivi possono risultare utili:

  • i provvedimenti amministrativi che ne semplifichino il percorso di accesso pur senza consentire l'elusione dei vincoli ambientali;
  • la discriminazione positiva, per le Pmi che avviano la procedura di dichiarazione ambientale, nell'accesso a finanziamenti pubblici o ai benefici fiscali previsti dalla normativa vigente;
  • il sostegno, l'assistenza tecnica, la messa a disposizione di servizi reali per tutte le operazioni di accreditamento del sito produttivo;
  • la formazione per le imprese, i consulenti, i revisori ambientali, per rendere esplicito il significato della partecipazione, i vantaggi ad essa legati ed il percorso da seguire.

Oltre a quanto indicato sembra interessante stimolare il confronto, la collaborazione e finanche la competizione tra le imprese per quanto concerne gli sforzi per pervenire alla certificazione ambientale.
Questo obiettivo può essere perseguito attraverso la realizzazione di progetti pilota oggetto di una successiva "disseminazione". Il sostegno finanziario può essere individuato negli strumenti comunitari finalizzati ad aumentare la compatibilità dei processi produttivi (DgXI - Life), o piuttosto nei programmi che favoriscono gli "incontri" a livello europeo fra le Pmi (il programma Enterprise, della Direzione Generale per l'Industria ha come obiettivo l'internazionalizzazione delle Pmi attraverso accordi di collaborazione).

 
 
~ © Abruzzo Ambiente S.r.l. ~ P.IVA e Cod. Fisc. 01712820669 ~ Credits ~ WebFusion ~ Feed RSS ~